News


notizia pubblicata in data: 23 ottobre 2018

Una bella testimonianza...

Condividiamo di seguito la testimonianza della nostra amica e volontaria Chantal Maggi di Bereguardo (PV) tenutasi il 21/10/2018 durante la Messa c/o la Parrocchia di S. Martino Siccomario, in occasione della giornata missionaria mondiale:

Oggi è la giornata mondiale missionaria così sono stata chiamata a raccontarvi cosa centro io Chantal, una ragazza di 19 anni con la missione. Missione e carità sono due parole importanti che fanno parte della mia vita da sempre, fin da quando sono nata e senza le quali probabilmente non sarei qua. Sono figlia di una coppia formata da una donna burundese, Petronilla ed un volontario italiano, Claudio. Nel 96 mio papà si licenzia e parte con il VISPE per il Burundi e da lì il mio legame con la missione.
VISPE è l'acronimo di Volontari Italiani Solidarietà Paesi Emergenti è un organizzazione di volontariato internazionale che opera in Burundi, Brasile e Nepal.
In Italia più precisamente a Badile di Zibido S.Giacomo abbiamo la nostra sede dove svolgiamo attività di sensibilizzazione a riguardo dei temi della missionarietà, ad esempio attraverso percorsi formativi come i campeggi estivi rivolti ai ragazzi o i viaggi estivi in terra di Missione rivolti ai giovani le altre attività sono di tipo più pratico come ad esempio il lavoro domenicale che si svolge a Badile in cui selezioniamo prepariamo e sistemiamo il materiale da spedire in missione nei container.
Il Vispe inteso come comunità di volontari da sempre, grazie alla presenza costante e fondamentale di sorelle e preti, ha posto come valore primario la necessità di alimentare la propria fede attraverso un impegno quotidiano e concreto per i più poveri.
Io sono a Badile quasi tutte le domeniche e sono li a vivere la mia missione.
Più volte mi è stato chiesto "Cosa sei lì a fare?" e la risposta è semplice sono li a tenere vivi i valori che per me contano realmente la capacità di donarsi, l'amore disinteressato, il valore della dignità umana, l'importanza del lavoro, la capacità di colitivare rapporti sani e sinceri.
Io mi considero fortunata perchè ho ricevuto un dono la possibilità di vivere alcuni brevi periodi in Burundi a Mutoyi la Missione storica del Vispe.
Vivere a Mutoyi è prezioso perchè insegna e aiuta a rendersi conto della miseria e dalle condizioni di vita della povera gente. Lì a Mutoyi quello che fanno ogni giorno i volontari ma soprattutto le sorelle e i preti è vivere una vita realmente evangelica seguendo il comandamento "amatevi come io vi ho amato" e ciò si concretizza in pochissimi punti: preghiera, lavoro e camminare ogni giorno al fianco dei poveri vivendo con loro in comunione e comunità.
Ma la domanda rimane la stessa cos'è concretamente la missione nella mia vita?
Per ora è il mio impegno nel gruppo Giovani del Vispe siamo un gruppo di amici dai 18 ai 25 anni che si contagiano a vicenda per vivere qualcosa di veramente bello poter aiutare gli altri stando insieme. Organizziamo diverse attività con lo scopo di supportare le missioni come ad esempio l'Orto Giovani a Locate di cui il ricavato ottenuto dalle vedure coltivate grazie al nostro lavoro viene devoluto alle missioni oppure ad esempio settimana scorsa siamo andati a cogliere le castagne per poi appunt sostenere le missioni.
Grazie a questi piccoli lavori che sono alla nostra portata possiamo però contribuire ad un disegno più grande.
Voglio concludere con una citazione di una frase che penso possa adattarsi alla vita di ognuno di noi e che mi ha dato modo di poter riflettere:

 

"Ci sono momenti in cui cerchi il senso della tua vita. Temi di buttarla via, di lasciarla scorrere inutilmente, in modo banale, una vita fra le tante. E in effetti un rischio c'è: vivere solo per te stesso, in modo chiuso ed egoista, quando l'unico modo per spendere bene una vita è donarla, è impiegarla per gli altri. Intorno a te c'é un mondo di uomini e donne che vivono, studiano, lavorano, amano, gioiscono, piangono. Di questa umanità tu sentiti fratello, sempre. Non puoi rimanere indifferente, non puoi pensare solo a salvare te stesso."