"Fratello dei miserabili"

Un detenuto, Nkurunziza Aime', nell'aprile 2001 compone questa poesia in ricordo e stima verso Fratel Antonio:

Fratello dei miserabili

oh fratello!
Tu che hai osato fare
quello che gli altri non hanno fatto.
Tu che hai risposto a queste crisi
di sofferenza di questo mondo perduto.
Tu che avevi scelto d'essere la parola
dei senza parola,
tu che avevi scelto d'essere la liberta'
dei senza liberta',
le braccia degli infermi.

oh fratello!
Tu che sei morto sul campo di battaglia
per la miseria e la disperazione.
Tu che combattevi per la sopravvivenza di quelli sprovvisti di
ogni sentimento d'umanita'.
Tu che ti eri mascherato in un piccolo uomo per donare
la speranza a questi ultimi.
Per mostrargli che non avevano ragione di disperarsi.

oh fratello!
Tu che ti eri mascherato da pezzente
per dimostrarci che bisogna accontentarsi
del vestito divino.
Tu che non hai esitato a sacrificare il tuo sangue
innocente quando serviva.
Tu che hai scelto di essere eroe dell'umanita'
senza immunita'.

Tu che hai portato una azione gloriosa perquesto popolo abbandonato.
Tu che hai fatto tante opere immense
per questo mondo spossato.

oh fratello!
Qui nessuno pensava
che potevi lasciarci
in questo modo.
Tu sei partito senza che i tuoi fedeli
potessero renderti un ultimo omaggio,
eravamo nell'impossibilita',
Tu lo sapevi.
Ma noi saremo con te un giorno in paradiso.

oh fratello!
Noi ci auguriamo che il tuo sangue possa essere
un'oasi,
nel deserto sprovvisto d'amicizia e
fratellanza.

Preghiamo il buon Dio che accolga
la tua anima,
perche' questo sangue che tu hai versato per la malinconia,
sia il simbolo della fraternita'.
Che sia per te una ricompensa
calcolabile.

oh fratello!
Noi ti promettiamo che la tua immagine restera'
indelebile nei nostri cuori.
Che questa data del 3 ottobre 2000
sia memorabile.

oh fratello!
A Dio nostro fratello,
A Dio Fratello dei poveri,
A Dio fratello dei miserabili.

Nel 2001 la Regione Lombardia gli conferisce alla memoria il "Premio annuale per la Pace".